Merzario

ITALIA

Fondatore : Arturo Merzario

Arturo Merzario aveva debuttato con la Ferrari nel 1972 e nel 1973 aveva partecipato a tutto il campionato, nel 1974 la squadra italiana lo sostituisce con Lauda, per ironia della sorte sarà proprio Arturo Merzari uno dei piloti a salvare la vita al pilota austriaco in Germania nel 1976, estraendolo dalla Ferrari in fiamme. Corre nel 1974, 1975 e 1976 principalmente con il team di Franck Williams, ma già nel 1976 una disputa alcune gare con una March con i colori Ovoro, nel 1977, sempre con la March da vita ad un suo team e nel 1978 debutta come costruttore, la prima stagione é tutto sommato decorosa, anche se in una sola occasione la Merzario taglia il traguardo, in Svezia ad otto giri dal vincitore, Lauda (sempre lui…). Il campionato 1979 é disastroso, solo due partecipazioni ed una, in Argentina solo per la prima partenza, quindi zero giri, seconda ed ultima apparizione a Long Beach dove si ritira al 13° giro, nulla serve acquisire il materiale della Kaushen, Arturo Merzario ed in una occasione Brancatelli (a Monaco) non riescono a qualifcarsi. La Merzario A1 era stato disegnata da Guglielmo Bellasi presentava alcune soluzioni originali come i radiatori immediatamente dietro alle ruote anteriori, frutto dell’esperienza accumulata dal pilota italiano in altre squadre. Purtroppo la mancanza di risorse impedì al grande Arturo di raccogliere i risultati che avrebbe meritato. Due particolari curiosi: nel 1978 in Italia il team schierò per l’unica volta una seconda monoposto per Arturo Colombo, grazie alla collaborazione con la rivista Autosprint, ma non riuscì a superare le pre-qualifiche. Nel Gp d’Italia 1979 la Merzario ebbe sulla livrea uno sponsor molto particolare: un’agenzia di pompe funebri, che si chiamava “La Varesina Sofar”, questo in ambiente scaramentico come la F1 non fu visto molto bene. Un estremo tentativo, nel 1980, di rientrare nel Circus é limitato ad una pre-iscrizione al Gp del Belgio. Dopo il nome Merzario scompare dalla F1. Peccato!

I PROGETTISTI
1978: Merzario A1, A1B – Arturo Merzario, Gianfranco Pallazoli
1979: Merzario A2 – Giorgio Valentini
1979: Merzario A4 (Kauhsen WK- Klaus Kapitza ) Giampaolo Dallara
1980: Merzario M1 Arturo Merzario