Penske

STATI UNITI

Fondatore : Roger Penske

Il suo fondatore Roger Penske aveva una grande esperienza nei campionati nordamericani, nel 1971 una Mclaren era stata iscritta da Penske-White in un paio di gare nordamericane per Hobbs e Donohue che ottiene un terzo posto in Canada. Nel 1974 debutta in F1 nelle ultime due gare, sempre in nord america, nel 1975 ottenne i primi punti nel Gran Premio di Svezia (5º posto) sempre con Donohue. Il pilota statunitense perirà durante le prove del Gran Premio d’Austria, a seguito di un incidente dovuto allo scoppio di uno pneumatico, inq uesto campionato la Penske utilizza in alcune gare una March e prorpio con questa monoposto Donohue ha l’incidente mortale. La stagione verrà conclusa da John Watson. L’anno seguente la scuderia otterrà la sua unica vittoria proprio nel Gran Premio d’Austria, sempre con al volante Watson, con il modello PC4. Al termine della stagione però la scuderia perderà il suo sponsor principale, la First National City Bank, concentratosi sulla Tyrrell e sarà costretto al ritiro. Infatti nel 1977 correranno delle Penske gestite da un’altra scuderia, la tedesca ATS. Jean-Pierre Jarier riuscirà comunque nella prima gara ad ottenere un punto. Nel 1979 la Penske collaborerà con Héctor Rebaque per la creazione della monoposto omonima. Abbandonata la Formula 1 la scuderia si è nuovamente concentrata sulle gare nordamericane con ottimi risultati. Da decenni il team Penske è una colonna portante della serie CART prima e, in seguito, della IndyCar[, avendo vinto oltre 200 gare, 16 campionati nazionali, e ottenuto molte vittorie alla 500 Miglia di Indianapolis, é anche chiamata la “Ferrari d’America”, anche se da diversi anni, come tutti i teams americani, utilizza le Dallara.

I PROGETTISTI
1974: Penske PC1 – Geoff Ferris
1976: Penske PC3 – Geoff Ferris
1976: Penske PC4 – Geoff Ferris